Hotel 4 Stagioni
DEU  ENG
Benvenuti

Bardolino

Testimonianze storiche

Escursioni e gite

Il clima

Shopping e divertimento

Sport

Manifestazioni

Il vino Bardolino

 
BARDOLINO

Situato sulla sponda Orientale del lago di Garda, al centro della Riviera degli Olivi, Bardolino è un'oasi di distensione per lo splendore del paesaggio e per il suo clima, un luogo incantevole dove trascorrere le proprie vacanze in un ambiente naturale ricco di suggestioni, storia e tradizioni. Cinto da verdi colline moreniche, ricoperte di vigne, olivi e cipressi, si affaccia a pettine sul lago con il suo porto, tra due punte protese sull' acqua; fin dai tempi antichi è un rinomato centro di soggiorno ed è inoltre famoso in tutto il mondo per il nome dato al vino, prodotto dai vigneti della zona da tempi immemorabili. Del comune di Bardolino fanno parte altri due suggestivi centri: Cisano e Calmasino.

TESTIMONIANZE STORICHE

Esterne al perimetro murato del paese vi sono le contrade che, per motivi legati alle attività agricole, sono sorte attorno alle chiese di S. Severo e S. Zeno.
S. Severo è uno dei monumenti più affascinanti del Romanico Veronese; risalente agli inizi del XII sec., quando fu rifatta e ingrandita, pur rivelando resti di una antica chiesa preesistente (VIII sec.), è menzionata per la prima volta in un diploma di Berengario dell'893; nel 1932 è stata radicalmente restaurata e restituita al suo aspetto originario. All'interno si possono ammirare cicli di affreschi risalenti al XIII sec.
La chiesetta di S. Zeno, risalente all' VIII sec. e citata in un diploma dell'807, è uno degli esempi più illustri e ammirati dell'architettura di età carolingia in Italia per alcune caratteristiche che anticipano l' architettura romanica. Era dotata di terre e rendite notevoli ma fu poi abbandonata. La sua semplicità architettonica la rende estremamente suggestiva.
La pieve di S. Maria a Cisano fu eretta nel XII sec. dopo che un terremoto danneggiò un'altra antica chiesa precedente, che a sua volta era sorta, tra il IV e l'VIII sec., su un edificio forse pagano; è un altro importante esempio di Romanico Veronese.
Molte altre antiche chiese di interesse storico e artistico si trovano nel territorio di Bardolino tra cui S. Vito (XIII sec.) e S. Pietro (XIII sec.).
Una bella e panoramica strada fiancheggiata da cipressi conduce all'Eremo dei Camaldolesi e alla "Rocca Vecchia", passando per la corte rurale di S.Colombano, fin dal 862 sede di un antico priorato.
L'Eremo dei Camaldolesi, costruito tra il 1664 e il 1673, è tuttora mantenuto da una piccola comunità di frati che oggi permettono di visitarlo: un luogo di pace e serenità da cui si può godere di un panorama unico del lago. Al suo interno si possono acquistare prodotti come olii, marmellate , creme confezionati dai frati.
La Rocca Vecchia è l'altura che, innalzandosi a picco sul lago, caratterizza il paesaggio bardolinese. Essa fu luogo di prigionia della regina Adelaide di Borgogna e sullo spiazzo dell'altura si trovano i ruderi di un castello medievale e una pietra che la leggenda vuole che sia stata il trono su cui sedette la regina prigioniera. La vista che si gode dalla Rocca Vecchia è davvero mozzafiato.
Splendidi intinerari sulle alture a ridosso del lago permettono di andare alla scoperta delle incisioni rupestri del lago di Garda.

ESCURSIONI E GITE

Una bella strada collinare consente di arrivare sia a piedi che in bicicletta sulla Rocca e all'Eremo, da cui godere di un panorama suggestivo. Lungo gli intinerari dell'entroterra collinare, percorribili anche in bicicletta, è possibile fermarsi in piccole e accoglienti osterie di campagna a degustare il Bardolino e i piatti tipici della tradizione gardesana.
Estremamente piacevole è la passeggiata che lungo le rive del lago unisce Bardolino a Lazise e a Garda, fino a S. Vigilio, il luogo più celebrato e sicuramente più incantevole del Garda.


La Strada del Vino, partendo da Bardolino, permette di raggiungere le località più interne del Garda alla scoperta delle cantine e dei tesori artistici della zona del Garda. Il servizio su battelli e aliscafi permettte di fare crociere sul lago verso diversi centri rivieraschi, quali Sirmione, con visita alle "Grotte di Catullo", Salò, Gardone, con visita al "Vittoriale degli Italiani". Notevole richiamo è offerto dal Monte Baldo, alto 2200 m, conosciuto per la sua flora ma che ha molti altri motivi di interesse oltre a quelli naturalistici. E' facilmente raggiungibile in auto o autobus di linea verso S. Zeno di montagna, Ferrara di Monte Baldo e Spiazzi, dove si trova il caratteristico Santuario della Madonna della Corona; E' possibile salire anche grazie alla funivia di Malcesine, che porta a 1700 m, in una località panoramica. Con i normali servizi di linea si possono effettuare escursioni di un giorno in numerose località dei dintorni e soprattutto a Verona, la splendida città di Giulietta e Romeo, che nei mesi di luglio e agosto ospita la Stagione Lirica dell'Arena e rappresentazioni shakespiriane al Teatro Romano. La città di Verona è collegata con i centri rivieraschi attraverso la Verona-Lago (25 km) che si imbocca a Lazise. Venezia (157 km) e Milano (140 km) sono comodamente raggiungibili grazie alla autostrada "Serenissima" che si imbocca a Peschiera.

IL CLIMA

La zona morenica del Garda gode di un clima non soggetto a grandi sbalzi di temperatura grazie all'effetto moderatore dell'acqua del lago e alla protezione offerta dal Baldo. Questo clima mite, temperato ed uniforme favorisce una vegetazione mediterranea con olivi, cipressi, viti, oleandri, palme.

SHOPPING E DIVERTIMENTO

Oggi Bardolino si presenta come una moderna stazione turistica offrendo un' ampia scelta di ristoranti tipici, bar, gelaterie, discoteche che permettono di godere il soggiorno sul Lago di Garda. Per le vie di Bardolino troverete numerosi negozi di abbigliamento, artigianato locale, prodotti alimentari tipici della zona, enoteche, boutique d'alta moda per il Vostro shopping. Di notevole richiamo è il Mercato settimanale che si svolge il Giovedì.

SPORT

Le ottime attrezzature sportive permettono di praticare diversi sport, come il nuoto, la vela, il canottaggio, tennis, golf. Ogni anno inoltre Bardolino è sede di un Torneo Internazionale di Triathlon.

MANIFESTAZIONI

Estremamente ricco è il calendario delle manifestazioni che si svolgono a Bardolino durante tutta la stagione: concerti all'aperto di musica classica e jazz, mostre d'arte, manifestazioni sportive, spettacoli teatrali, convegni e feste tradizionali, come "La Festa del Vino e dell'Uva", durante la quale il lungo lago si riempie di stand enogastronomici per la degustazione del Bardolino, si organizzano concerti in piazza e convegni sul vino e le vie del paese vengono percorse da gruppi folkloristici. A Cisano ogni anno, l'8 settembre, si celebra l'antica "Sagra dei Osei", manifestazione fatta di gare di canto per uccelli, concerti, divertimenti popolari, pranzi in stand enogastronomici, fuochi d'artificio.

IL VINO BARDOLINO

La zona in cui viene prodotto il Bardolino Classico DOC è un territorio collinare che si affaccia sul Garda ricoperto di vigneti e olivi e che comprende diversi comuni oltre, naturalmente, a quello di Bardolino. Su questi terreni morenici agisce un clima particolarmente mite che permette ai vitigni di dare quelle eccellenti uve eccellenti (la corvina, la molinara, la rondinella, la negrara) che fin dai tempi antichi sono alla base del Bardolino. Il Bardolino tipico è un vino rosso da pasto, di colore rosso rubino chiaro tendente al cerasuolo, con un delicato profumo e dal sapore asciutto, sempre sapido, un po' sottile di corpo, leggermente frizzante, di moderata gradazione alcolica (gradi 10.5). Si beve nel corso dell'annata di produzione. Tra i diversi tipi di vino Bardolino vi sono: Bardolino DOC Classico, ottenuto dalla vinificazione delle uve provenienti dalla zona classica più antica; Bardolino DOC Superiore, invecchiato un anno; Bardolino DOC Chiaretto, di colore rosa e ottenuto dalla vinificazione parzialmente in bianco delle uve del Bardolino; Bardolino Novello DOC, primo della sua tipologia a ottenere il marchio DOC. Il Bardolino accompagna i piatti tipici della gastronomia locale, come il "risotto con la tinca", i "bigoli in salsa", "polenta e osei", le carni bianche e rosse. Il Chiaretto, particolarmente piacevole come aperitivo, accompagna risotti, le carni bianche, i salumi e il pesce che, naturalmente, è il piatto più importante del Lago di Garda.